Archive | Uncategorized RSS feed for this section

Estemporanea #7: Come ci si comporta su un piccolo palco, gli errori più frequenti delle band italiane.

3 Apr

Su Rockit [qui] un noto stage manager tracciava un’ampia fenomenologia dei vizi e delle cattive abitudini delle bande nostrane. Ecco, questo è un vademecum da parte di due musicisti italioti che spesso interpretano creativamente il concetto di stage. Buona lettura. T/T

di Superfreak e Ferdinando Farro aka Maybe I’m

Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che andrebbero seguiti quando ci si trova in quelle situazioni in cui il palco è piccolo, microscopico o addirittura non c’è. Spesso si fa un gran parlare di professionalità e di come bisognerebbe affrontare un palco enorme pieno di monitor, fonici e cavi, ma la verità è che se non decidete di suonare solo nei festival o nei concorsi musicali vi troverete ad affrontare tante realtà più piccole che tecnicamente sono molto più complesse da gestire. Proprio per questo ecco qui una piccola guida su cosa dovreste fare perché il vostro concerto venga al meglio.

1

Continue reading

Estemporanea #4: due parole su Lou Reed

28 Oct

di T/T

20131027_185257 Continue reading

Sul Corpo

25 Sep

di T/T

miley-cyrus-23-video-600x337

Continue reading

Sulla Canzone

24 Sep

di T/T

ABE5B387908F62EADDF1BB38139415

Continue reading

Sulle Liste

23 Sep

di T/T

record collection

Continue reading

Zolle – s/t (Supernatural Cat)

6 Jun

di T/T

Qual è il peso di un zolla di letame scaricato con noncuranza da una massa placida di bovini al pascolo?

Domanda a cui solo degli esperti e villici allevatori potrebbero rispondere con estrema accuratezza. Per farvi un’idea potreste ascoltare il debutto omonimo dei Zolle, side-project di Marcello Lan dei Morkobot (con Stefano alle pelli e allo xylofono) e fuori da meno di un mese per la Supernatural Cat.

ZOLLEART-e1362423692203

Continue reading

Quattro righe: James Blake – Overgrown

6 Apr

Quattro righe: James Blake – Overgrown.

James-Blake-Overgrown-Deluxe-Version

In attesa di un ascolto “chirurgico”.

Continue reading