Sneers. – For Our Soul-Uplifting Lights To Shine As Fires (Brigadisco Rec.)

3 Jan

You have to reveal me the source of grief
the source was hidden
deeper and deeper I had to dig
As a Creator I bet you did create Disease

Il progetto Sneers. nasce a Berlino nel 2011 per volontà di Maria Greta Pizza (voci e chitarre) e Leonardo Oreste Stefenelli (batterie e percussioni) arrivando a concretizzarsi sul finire del 2013 grazie alla Brigadisco Records in un vinile in edizione limitata (200 copie) dal titolo programmatico: For Our Soul-Uplifting Lights To Shine As Fires. Un concept feroce sul cammino delle anime, un doloroso auspicio affinché si innalzino luminose come dei fuochi, come pugni smagriti diretti al cielo.

Front LP SNEERS

Il duo, allora, tratteggia con morigeratezza stilistica un itinerario “religioso” che dal rifiuto e dalla caduta dell’apostasia, conduce le anime dei Deboli, figli che hanno rinnegato il credo dei propri genitori, a farsi tutt’uno con l’immagine irrappresentabile di un nuovo divino, per poi “perderlo” o, meglio, trasfigurarlo « in verbis, herbiis e lapidibus ».

Il percorso gnostico raccontato dal duo è di natura estetica: è il ritrovamento di una legge, anche e soprattutto, formale sotto il ruminare nervoso delle chitarre, che sembrano strappate a morsi dai solchi dei brani più oscuri e mistici di 154 dei Wire, ma private di ogni luminosità e affondate in uno spazio sonoro bituminoso. L’ enorme cerimoniale di For Our Soul-Uplifting To Shine As Fires è officiato dal battito ossessivo di Stefenelli: tra il ticchettio nervoso dei cimbali e la sciamanica scarica delle pelli, il ruolo delle percussioni è doppio, da un lato trattiene le elucubrazioni vocali di MGP su un piano terreno, ma nel contempo con il suo vagare a tratti meditabondo e a tratti compulsivo apre le porte ad una psichedelia fumosa e narcolettica.

In questo contesto sonoro lacerato dallo stridore delle chitarre, che si inerpicano sulle parole e ne sottolineano con inconsuete scariche melodiche l’Apertura di Senso, è la voce l’elemento gravitazionale, il centro narrativo e emozionale del racconto: il suo accartocciarsi, il suo incedere tra lo spoken e i lacerti armonici, il suo dilatarsi drammatico mima gli scarti, le sconfitte e le vittorie della salita dei Deboli lungo il crinale della propria colpa e della propria libertà.

sneers

Tra l’apertura cerimoniale di Self-atoning Apostasy e l’incedere nevrastenico di As a Creator I Bet You Did Create Disease, si consuma il primo atto, che culmina in un’accusa straziante: “scommetto che in quanto Creatore, tu stesso hai creato la sofferenza”, urlato contro il cielo da uno dei figli. L’apostasia si fa segno dello s-concerto.

L’apertura del secondo atto è consegnata, invece, allo strumentale Selfhood, che si disintegra in un urlo tellurico e profondo. Prima della chiusa di Growth, commiato panico in cui la verità di frantuma nell’individualità e nella realtà, bisogna attraversare un austero trittico che ha in Feed Me Mother il suo centro nevralgico, con i suoi arpeggi algidi e appuntiti e la sua batteria carracolante.

[…] the path had started a long time ago
as my feeble feet got old
the path through the whole sphere
through woods and wetlands
through the places I’ve never seen
through the hell I was raised in
through the flowers stems and the roots
through the demons of my soul
through the sun and its tint of gold
crawling on
for my path was still in its dawn
my weary eyes announced to me
“it’s over since we
have seen too far”

(Growth)

Un esordio sorprendente e, intelligentemente, intercettato da Brigadisco, e che aggiunge un ulteriore tassello alla nuova scena psych-occult italiana, mischiando l’art-punk di astrazione no-wave con ritualità oscure screziate dal rumorismo 90s.

————————

Sneers. – For Our Soul-Uplifting Lights To Shine As Fires (brg./049)

Edizione limitata LP 12″

Musiche originali: SNEERS.
Recorded and mixed by Fabio La Rocca
at Brigadisco’s Cave Studio.
Mastered by Maurizio Giannotti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: